Tommy Lee picchiato dal figlio Brandon, denuncia social: “Figli ingrati”

“Il mio cuore è spezzato. Puoi dare ai tuoi figli tutto ciò di cui hanno bisogno nella loro vita e loro ti si rivolteranno contro lo stesso…”. Con questo post e una foto (subito rimossa), che mostra il labbro gonfio e insanguinato, Tommy Lee, 51 anni, ex di Pamela Anderson, ha condiviso sui social la sua “denuncia” contro il figlio Brandon Thomas Lee, 21 anni, che l’altra sera lo avrebbe assalito e picchiato nella sua casa lasciandolo tramortito…

3560823_1820_cannabis_isola_nadiarinaldi

Lo stesso giorno Tommy, che è stato anche il marito di Heather Locklear, aveva postato un video sulle sue Instagram Stories che mostrava la camera del figlio in evidente disordine e caos avvertendo le potenziali spasimanti del figlio: “Se avete intenzione di uscire con lui, ecco in che cavolo di affare vi mettete…”.

I “panni sporchi” di casa Lee sono diventati subito un affare mediatico e mentre TMZ ha riportato la replica di Brandon, che ha commentato la foto e la denuncia dicendo di aver agito per autodifesa e che il padre era evidentemente ubriaco, Tommy ha rimosso la foto e twittato: “Hey TMZ prima di riportare falsità verifica i fatti. La mia fidanzata (Brittany Furlan, ndr) e io eravamo a letto quando mio figlio ha fatto irruzione nella camera e mi ha assalito. Gli ho intimato di andarsene e lui mi ha dato un cazzotto. Lui poi è scappato via dalla polizia”. Il batterista dei Mötley Crüe sarebbe stato portato in ospedale per medicare le ferite. Tommy Lee infatti avrebbe denunciato subito il fatto alla polizia e adesso il figlio Brandon sarebbe indagato.

Tommy Lee picchiato dal figlio Brandon, denuncia social: “Figli ingrati”ultima modifica: 2018-03-07T21:33:57+01:00da elenaellena
Reposta per primo quest’articolo